Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Autore

Il trenino della Val d’Orcia

Rank 3 su 5 su 44 voti.

In primavera e in autunno il “Treno Natura” porta i suoi passeggeri a scoprire i dintorni di Siena in maniera insolita, al passo lento delle carrozze cento porte e delle locomotive d’epoca.

Trasformare una ferrovia chiusa, un “ramo secco”, in un’opportunità per visitare un territorio guardandolo da un punto di osservazione diverso, percorrendolo lentamente e riducendo l’impatto del viaggio. È la scommessa che dalla fine degli anni ’90 fa “correre” il Treno Natura sull’anello ferroviario dismesso che collega Siena-Asciano a Monte Antico, ai piedi dell’Amiata, passando per la Val d’Orcia, patrimonio dell’Umanità, e la Val d’Arbia, con Murlo, Buonconvento, l’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore. Il suo motore sono da sempre un’associazione di appassionati, collegata al circuito delle Ferrovie turistiche italiane, e la Provincia di Siena che ha sostenuto il progetto fin dal suo avvio.

Ora, a più di 10 anni dal viaggio inaugurale, il Treno Natura ha un calendario fisso nelle giornate festive di primavera e d’autunno. Si parte la mattina da Siena e ci si torna la sera, con proposte turistiche a tema che vanno dal Parco Faunistico del Monte Labro, all’Abbazia di Sant’Antimo, nei pressi di Montalcino, dal Treno degli Etruschi a quello del Tartufo Marzuolo, e viaggi ad hoc per la Festa del Minatore ad Abbadia San Salvatore, il Settembre Ascianese o la Festa del fungo porcino a Vivo d’Orcia. Una ventina di appuntamenti in tutto, ai quali si aggiungono quelli su richiesta per gruppi. E, ultimamente, le proposte di più giorni, veri e propri pacchetti turistici che permettono di muoversi con il treno per visitare il circuito dei musei dell’identità culturale senese (dal Museo archeologico di Asciano a quello della Mezzadria di Buonconvento), o per spostarsi tra i punti di partenza dei tanti itinerari di trekking e cicloturistici della zona.

Il calendario delle corse “ordinarie” e degli “eventi speciali” della stagione 2009, appena cominciata, così come i pacchetti “treno e musei”, “treno e trekking” e “treno e bici”, si possono consultare e prenotare online sul sito delle Terre di Siena.

COMMENTI